x Hello!
Log in here to add your story.

Vorrei essere il Danubio

17.07.2015
Original language : Italian

Quando stai per terminare gli studi, il più delle volte non sai quale sarà il prossimo capitolo della tua vita. O almeno, questo fu il caso mio e della mia migliore amica.

“Allora sei pronta? Fra un’ora sono da te e partiamo”. Non potevo crederci, stava accadendo veramente.

Due ragazze, pochi soldi, un continente da esplorare e tanta voglia di viaggiare, vedere paesaggi nuovi e conoscere culture diverse.

La nostra avventura cominciò per strada, alla ricerca di un passaggio in autostop da Winterthur verso... ovunque. Il caso volle che arrivassimo a Monaco di Baviera. Da lì, passammo dal bere birra tedesca e mangiare crauti a girovagare per i canali fioriti di Amsterdam. Oh, quei tulipani! Lì, conoscemmo tre ragazze taiwanesi e insieme noleggiammo una macchina, arrivando dopo qualche chilometro a Bruxelles. Gaufres, patatine fritte, birra belga e tre nuove amiche; il nostro viaggio stava andando proprio bene.

Salutammo le ragazze e andammo in treno a Parigi. Passeggiare nei Campi Elisesi, mangiare un croissant sotto la torre Eiffel e fare una crociera sul Senna. Cos’altro avremmo potuto desiderare?

Qualche giorno dopo, con un volo last minute, atterrammo a Lubiana e poi raggiungemmo Zagabria in macchina. Nei Balcani, ci accorgemmo che forse il canone di bellezza al quale eravamo abituate non era l’unico in grado di regalare emozioni; la maestosità dell’antico impero austro-ungarico si poteva sentire da per tutto.

Arrivammo a Budapest, la capitale europea delle terme, dove conoscemmo due ragazzi americani che stavano viaggiando in camper. Insieme visitammo Bratislava e poi Vienna. “Il fiume Danubio è così fortunato a poter scorrere tra alcune delle più belle città d'Europa”. “Come vorrei essere il Danubio”.

Trascorsi ormai 28 giorni, la nostra avventura stava per finire. Quella volta però, il bagaglio che mi portai dietro era anche pieno di tutti i momenti vissuti durante il nostro “euro-trip”: la gente conosciuta, il cibo assaporato e i posti visitati. Fu lì che realizzai che il prossimo capitolo della mia vita sarebbero stato quello di viaggiare per il mondo... e proprio come il Danubio “scorrere” tra le città più belle.

Quando stai per terminare gli studi, il più delle volte non sai quale sarà il prossimo capitolo della tua vita. O almeno, questo fu il caso mio e della mia migliore amica.

“Allora sei pronta? Fra un’ora sono da te e partiamo”. Non potevo crederci, stava accadendo veramente.

Due ragazze, pochi soldi, un continente da esplorare e tanta voglia di viaggiare, vedere paesaggi nuovi e conoscere culture diverse.

La nostra avventura cominciò per strada, alla ricerca di un passaggio in autostop da Winterthur verso... ovunque. Il caso volle che arrivassimo a Monaco di Baviera. Da lì, passammo dal bere birra tedesca e mangiare crauti a girovagare per i canali fioriti di Amsterdam. Oh, quei tulipani! Lì, conoscemmo tre ragazze taiwanesi e insieme noleggiammo una macchina, arrivando dopo qualche chilometro a Bruxelles. Gaufres, patatine fritte, birra belga e tre nuove amiche; il nostro viaggio stava andando proprio bene.

Salutammo le ragazze e andammo in treno a Parigi. Passeggiare nei Campi Elisesi, mangiare un croissant sotto la torre Eiffel e fare una crociera sul Senna. Cos’altro avremmo potuto desiderare?

Qualche giorno dopo, con un volo last minute, atterrammo a Lubiana e poi raggiungemmo Zagabria in macchina. Nei Balcani, ci accorgemmo che forse il canone di bellezza al quale eravamo abituate non era l’unico in grado di regalare emozioni; la maestosità dell’antico impero austro-ungarico si poteva sentire da per tutto.

Arrivammo a Budapest, la capitale europea delle terme, dove conoscemmo due ragazzi americani che stavano viaggiando in camper. Insieme visitammo Bratislava e poi Vienna. “Il fiume Danubio è così fortunato a poter scorrere tra alcune delle più belle città d'Europa”. “Come vorrei essere il Danubio”.

Trascorsi ormai 28 giorni, la nostra avventura stava per finire. Quella volta però, il bagaglio che mi portai dietro era anche pieno di tutti i momenti vissuti durante il nostro “euro-trip”: la gente conosciuta, il cibo assaporato e i posti visitati. Fu lì che realizzai che il prossimo capitolo della mia vita sarebbero stato quello di viaggiare per il mondo... e proprio come il Danubio “scorrere” tra le città più belle.

Dear Visitor,
By visiting our website and using our platform, you agree to the Terms and Conditions.
We use analytics cookies to offer you a better browsing experience. You have the choice to refuse or accept them.
You can learn more about this in our Cookies Policy